Camù
Chi Siamocontatti Centri d'Arte e Musei
NewsletterArea StampaRassegna StampaServiziDidatticaLinkSuggerimenti
home › area stampa

Il Castello di San Michele di Cagliari da giovedì 11 ottobre a domenica 9 dicembre 2018 ospita Viaggi, installazioni e dipinti di Franco Nonnis. L’allestimento della mostra, curato da May Mask occupa tutto il Castello con le donne e gli uomini che sono protagonisti di questi Viaggi: manichini industriali in vetroresina che l’artista dipinge con colori acrilici e su cui poi interviene con materiali i più diversi: tessuti, resine, pizzi e foglia oro. Il piano superiore è occupato dei dipinti, realizzati con segni e materiali di recupero, gli stessi utilizzati nei manichini

segue »

Temporary City

Temporary City

Temporary City è il titolo della personale dello scultore Nicola Filia, a cura di Paola Mura ed Efisio Carbone che inaugura al Ghetto di Cagliari venerdì 28 settembre 2018 alle ore 19 e sarà visitabile sino a domenica 11 novembre. Le opere si snodano lungo un percorso narrativo entro il quale si esplicita il pensiero dell'artista, dai bianchi boschi metafisici agli alberi carbonizzati fin dentro soffocanti città e strutture fatiscenti.

segue »

TRASPARENZE DI PASSAGGIO

TRASPARENZE DI PASSAGGIO

Il Castello di San Michele di Cagliari dal 27 luglio al 30 settembre 2018 ospita Trasparenze di passaggio. Il progetto di ricerca di Casa Falconieri realizzato con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione di Sardegna e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e l’organizzazione di Cagliari Paesaggio, si sviluppa attraverso due direttrici: Trasparenze di passaggio che vede coinvolta esclusivamente Casa Falconieri e Trasparenze di passaggio - Concorso SYA frutto della sinergia tra Casa Falconieri e Carlo Atzeni della scuola di Architettura dell’Università di Cagliari, Facoltà di Ingegneria e Architettura e DICAAR – Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura, con la collaborazione di INARCH Sardegna e SARDARCH.

segue »

Uomini d’acqua

Uomini d’acqua

La mostra Uomini d’acqua che inaugura al Ghetto il 12 luglio raccoglie 60 immagini in cui il fotografo Davide Virdis sviluppa l’approccio all’esplorazione del territorio seguendo tre differenti declinazioni del rapporto tra acqua, uomo e paesaggio: l’acqua intesa sia come elemento generatore della “condizione di isola” che come risorsa vitale indispensabile per lo sviluppo di una comunità, ma anche acqua come rappresentazione di precisi valori simbolici, legati alla cultura e alla tradizione

segue »